Il Territorio

L'agriturismo Il Crinale, a Castorano, nasce nel cuore di uno splendido territorio, il Piceno, tanto variegato quanti sono i differenti paesaggi che lo compongono, dalla montagna al mare, e quanti sono i pittoreschi borghi che caratterizzano i suoi crinali e le sue valli.

Il Piceno, parte meridionale delle Marche al confine con l'Abruzzo, è infatti un territorio profondamente caratterizzato dal punto di vista strutturale e paesaggistico da un'articolarsi di crinali e valli che influenzano e distinguono la vita dei suoi abitanti, sin dalla nascita dei borghi e dei primi processi di urbanizzazione a valle e lungo la costa.

Dorsali collinari scendono infatti dai bei monti Sibillini al Mar Adriatico e allo stesso tempo strette vallate corrono, allargandosi e distendendosi progressivamente, dai monti fino al mare, con fiumi e torrenti. Avvicinandosi alla costa, le dorsali collinari si elevano in terrazze sul mare, sulle quali, dal Medioevo, per esigenze di difesa e aria salubre, lontani dalle valli paludose, nascono centri urbani unici e preziosi. Allo stesso modo, sui crinali, l'uno a fianco all'altro, sorgono, a partire dall'XI - XII secolo, castelli fortificati, protetti da torrioni e mura, che cercano di conservare la propria autonomia nei confronti delle due potenti città in lotta, Ascoli e Fermo.

Negli anni successivi alla seconda guerra mondiale, ha invece inizio una nuova urbanizzazione che richiama gli abitanti dei paesi di crinale a valle e lungo la costa. Una nuova urbanizzazione, dovuta allo sviluppo dell'industria manifatturiera, che si affianca ad un'attività agricola basata su uliveti, vigneti, frutta, ortaggi e, all'interno, boschi di castagni e faggi, ricchi di funghi e tartufi.

Osservata la struttura, i paesaggi e la storia di questo territorio, Il Crinale appare proprio il nome più adatto per una struttura agrituristica che si propone di promuovere, valorizzando il territorio con la propria attività, un turismo consapevole e accuratamente guidato alla scoperta delle ricchezze storiche e naturali del Piceno. Visitare il Piceno secondo l'articolarsi di crinali e valli è infatti il modo più giusto per farlo, rispettandone l'identità, e seguendo lo snodarsi della sua storia e della sua vita, apprezzando al meglio luoghi d'arte, paesaggi e tradizioni, tipicità produttive ed enogastronomia.

Parlare di storia è d'altra parte particolarmente giusto in un territorio come quello di Castorano, nell'ambito del "Crinale dei Piceni", che si snoda per circa 40 km, risalendo le pendici delle colline tra le valli del Tesino e del Tronto, attraversando la strada del vino d.o.c. Rosso Piceno Superiore, e comprendendo altri splendidi paesi come Acquaviva Picena, Offida e Castignano, insediamenti dell'antico popolo dei Piceni.

Il popolo dei Piceni, coevo agli Etruschi, si insedia su queste colline tra IX e IV sec. a.C.: lo testimoniano i numerosi reperti rinvenuti ad Acquaviva Picena e Offida e la stele di Castignano (VII - VI sec. a.C.), borgo con caratteristiche architetture romaniche, situato su un particolare territorio calanchivo.